Presentazione Associazione

17Gen

Postato da:

MTN Staff

Nel Novembre 2005 nasce l’ associazione “La Rosa di Gerico” su espressa volontà di alcune donne Cavesi impegnate a vario titolo nella società civile.

Perché questo nome? Nel mondo vegetale questa pianta si segnala per delle caratteristiche del tutto peculiari : è una pianta desertica che sopravvive in condizioni estreme, laddove vengono a mancare i presupposti per il suo sviluppo si accartoccia su se stessa e vive, anche per anni, nelle dune sospinta dal vento o sopravvive al buio, senza né acqua né terra. Bastano, però, poche gocce d’acqua perché rifiorisca improvvisamente, “ risorga “ ( il genere a cui appartiene “ anastatica” significa, infatti resurrezione . )

Questo esempio di straordinaria forza della natura ci è sembrata, pertanto, che potesse paradigmaticamente rappresentare la condizione della donna che, per secoli,ha vissuto raggomitolata tra pregiudizi e dalla diffidenza, ma ha affinato le proprie capacità ed ha trovato (è la storia degli ultimi due secoli) in se stessa energie e forza per reagire ed affermare i propri diritti . E l’abbiamo ritenuto immagine idonea a rappresentare, la nostra associazione che è un’associazione di donne non solo per le donne, essa, infatti, nasce per porsi come punto di riferimento per quante vogliono sinergicamente lavorare ed impegnarsi per un complessivo sviluppo della società, per la realizzazione di un programma di iniziative, sociali, politiche e culturali precipuamente indirizzato, in maniera propositiva, ad una migliore qualità della vita ad una fattiva sensibilizzazione nei confronti dei maggiormente disagiati .

Un’associazione che lavori per l’eliminazione progressiva delle discriminazioni e del divario esistente tra democrazia formale e reale, tra uguaglianza formale e reale, consapevole che il massimo possibile di uguaglianza è nell’offrire agli individui, nei punti di partenza le massime opportunità; un’associazione che voglia precipuamente raggiungere tali obiettivi valorizzando la visione di genere delle donne, le loro conoscenze, competenze ed esperienze che, quindi promuova la consapevolezza collettiva dell’importanza del loro ruolo al fine di sostenere la loro partecipazione attiva nella gestione della società e di rafforzare in maniera determinate la loro presenza nelle istituzioni .

Perché se è vero che nelle democrazie occidentali la società civile è sempre più direttamente impegnata in politica non è meno vero che se le donne sempre più numerose diventano soggetti politici attivi la democrazia si realizza pienamente e non può che guadagnarne in vitalità. Perchè :

- è innegabile, tornando al gap tra uguaglianza formale e sostanziale, che non vi può essere vera democrazia se attualmente e nonostante le leggi sulle pari opportunità e la maggioranza numerica delle donne, la politica, la finanza, l’imprenditoria, ecc…vedono l’Italia e peggio ancora il meridione, agli ultimi posti, in graduatoria per presenza femminile ( in politica siamo, a livello parlamentare all’8% )

- perché non bastano le leggi buone, peraltro sempre perfettibili, ma occorrono i soggetti buoni che le applichino e le migliorino - perché i cambiamenti non si fanno dicendo agli uomini che cosa debbono fare per le donne e per le pari opportunità ma ci vogliono gli occhi delle donne, la loro sensibilità ed il loro impegno .

In altri termini ci vuole, a nostro avviso, una maggiore presenza di donne nella politica e nelle istituzioni, donne che non siano mere portatrici di acqua a beneficio di qualcuno ma che ridiscutano, su di un piano di parità, i contratti tra generi e le relazioni di potere .

E non solo in politica C’e bisogno di donne impegnate a livello culturale ed artistico che trasmettano i loro approdi e partecipino ad un pubblico sempre più vasto le loro esperienze perché anche la vicenda artistica femminile è contrassegnata storicamente da esclusioni, il talento artistico femminile è stato per secoli considerato, nella migliore delle ipotesi, un’occupazione dilettantistica con una chiara rivalutazione che è solo di una trentina di anni a questa parte.

Per fare questo l’associazione si presenta suddivisa in quattro aree tematiche (diritti delle donne e politiche per la famiglia; cultura, formazione ed istruzione; ambiente e qualità della vita, lavoro sicurezza e prevenzione) con gruppi che lavoreranno per promuovere un programma di attività di impegno pubblico, con progetti di interesse politico e sociale.

Il valore fondante dell’associazione è il pluralismo delle associate , ci sono e lavorano affiancate, casalinghe, professioniste, insegnanti, imprenditrici,disoccupate, donne impegnate politicamente e donne che non hanno e non intendono avere un cammino politico, donne con percorsi di vita differenti ed a volte diametralmente opposti, per età anagrafica, per convinzioni personali, per status familiari., il valore aggiunto, poi, che a mio avvio costituisce un quid novi, è la trasversalità che abbiamo fortemente voluta, l’associazione è, infatti, chiaramente apartitica volendo ricondurci agli schemi politici tradizionali possiamo dire che vi sono sia donne di destra che donne di sinistra o comunque appartenenti a diversi schieramenti, non vi è e non vi sarà caratterizzazione politica, questo è l’impegno non solo mio personale, ma di tutto il consiglio sottolineato dall’attenzione di tutte le associate. Per dare voce a questo pluralismo e garantire una sostanziale trasversalità abbiano optato per organi rappresentativi e direttivi insolitamente numerosi.

Nessun commento

Commenta questo articolo

Autorizzazione alla privacy
* I campi contrassegnati dall'asterisco sono obbligatori
Letta l'informativa sulla Privacy ai sensi dell’articolo 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs 196/03),

al trattamento dei dati personali.

segreteria organizzativa
young design awards
mtn internet company srl
c.so mazzini_22
84013_cava de’tirreni_sa
tel_fax 089 31 22 124 (125)
info@youngdesignawards.it
www.youngdesignawards.it



//